mercoledì 23 giugno 2010

Il buon giorno di Andrea Mazzalai (IcebergFinanza)

Condividi

Ci sono post che sono come un pugno nello stomaco, sono post che ti aprono gli occhi sull'ovvio che hai davanti, sono post che spazzano in poche righe la nebbia del luogo comune che purtroppo pervade anche la blogosfera finaziaria:

Rischio Calcolato si permette (con deferenza) di citare un passo del post

REAL ESTATE: STUPORE IMMOBILIARE!
 

pubbligato oggi da IcebergFinanza (il resto dell'articolo andatevelo a leggere):

Sveglia signori, questa è deflazione, una terribile "debt deflation" lasciate da parte le leggende metropolitane dell'inflazione per ora, c'è tempo per assistere ad un incendio inflazionistico.
Per gli esperti lascio questa chicca in inglese di David Rosenberg e suggerisco di dare un'occhiata alla curva dei tassi, ricordando a tutti che il TBond decennali ieri ha piano piano, lentamente eroso il livello chiave di 3,20 punti percentuali di rendimento e meno male che c'è in giro una terribile inflazione.
I was at an event recently where I was able to see two legends among others – Louise Yamada and Gary Shilling. Louise made the point that while secular phases in the stock market generally last between 12 and 16 years, interest rate cycles tend to be much longer – anywhere from 22 to 37 years; and she has a chart back to 1790 to prove the point! So while all we ever hear is that this secular bull market in bonds is getting long in the tooth, having started in late 1981, it may not yet be over. After all, the deleveraging part of this cycle has really only just begun and if history is any guide, it has a good 5-6 years to go – at a time when practically every measure of underlying inflation is running south of 1%.
Tornando a noi e al mercato immobiliare.... Le vendite di case esistenti negli Stati Uniti sono calate in maggio del 2,2% alla quota destagionalizzata di 5,66 milioni di unità. Il dato reso noto dall'associazione nazionale agenti immobiliari è nettamente peggiore delle attese degli analisti che si attendevano un rialzo del 6% a 6,11 milioni. Nel mese il prezzo mediano è salito del 2,7% su base annua a 179.600 dollari mentre le scorte sono calate del 3,4% a 3,89 milioni, all'equivalente di 8,3 mesi agli attuali ritmi di vendita.( Milano Finanza)
Signori, se il livello degli inventari continua a rimanere cosi elevato nonostante questa doppia dose di incentivi fiscali governativi i prezzi non potranno che scendere e qui tutto porta nella direzione di un possibile nuovo crollo dei prezzi nell'ordine del 10/15 % prima di arrivare ad un punto di equilibrio, raggiunto il quale sognatevi qualsiasi illusoria ripresa sostenuta, anche perchè il mercato immobiliare americano seguirà il destino di quello giapponese e tedesco, oltre un decennio perduto.


Grazie Andrea

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

0 commenti:

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP