venerdì 18 giugno 2010

Marea nera, ci mancava anche il metano.

Condividi

Ultime notizie dall'Associated Press. (post preso da http://petrolio.blogosfere.it/)
Il greggio che fuoriesce dal fondale contiene il 40% di metano, contro il 5% che si trova abitualmente nei giacimenti. Così un oceanografo dell'Università del Texas.
Riporta AP che enormi quantità di metano sono finora entrate nel Golfo, potenzialmente soffocando la vita marina e creando "zone morte" dove l'ossigeno manca e nulla può vivere.
Questa è la più vigorosa eruzione di metano della storia moderna, precisa l'oceanografo. 
Una ricerca di qualche giorno fa dell'Università della Georgia ha investigato un pennacchio lungo 15 miglia che si trova a sudest del Macondo. Hanno trovato una concentrazione di metano 10mila volte superiore al normale, e l'ossigeno ridotto del 40%.
Ma il problema peggiore è: si tratta degli idrati di metano? Gli idrati restano stabili finché la pressione esterna resta alta e la temperatura bassa. Data la situazione, è probabile che questi parametri siano ora stravolti, e l'area completamente destabilizzata.

 


http://www.wikio.it
Share |

0 commenti:

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP