lunedì 26 luglio 2010

Chavez minaccia di tagliare le forniture di petrolio agli USA

Condividi

Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha minacciato di tagliare le forniture di petrolio agli Stati Uniti in caso di un attacco militare dalla Colombia, con cui è in lite per le accuse mossegli dal paese di nascondere i ribelli delle Farc, le forze armate rivoluzionarie colombiane.
Duro critico degli Stati Uniti, Chavez ha rotto le relazioni diplomatiche con la Colombia la scorsa settimana per le critiche fatte dal governo del presidente Alvaro Uribe, stretto alleato degli Usa.  Finora Chavez, secondo cui dietro le accuse ci sarebbe Washington, non aveva mai minacciato di tagliare le forniture di petrolio agli Stati Uniti, principale cliente del Venezuela. 
"Se ci fosse un'aggressione armata contro il Venezuela dal territorio colombiano o da qualsiasi altra parte, promossa dall'impero Yankee, sospenderemmo le forniture di greggio agli Stati Uniti, anche se dovessimo mangiare pietre", ha detto il presidente.  "Non manderemmo una goccia in più alle raffinerie Usa", ha aggiunto tra l'approvazione di migliaia di sostenitori ad una manifestazione del partito socialista.
Chavez, ex militare e stretto alleato del cubano Fidel Castro, è arrabbiato con Bogotà anche per un accordo che consente ai soldati Usa l'accesso a una serie di basi militari.
Il 90% degli introiti delle esportazioni del Venezuela, membro dell'Opec, arriva dalla vendita del petrolio, per la maggior parte agli Stati Uniti, e l'economia del paese sudamericano arriverebbe velocemente al collasso se bloccasse le consegne. 
Parlando da Cuba, il ministro venezuelano del Petrolio Rafael Ramirez ha detto che l'industria petrolifera è in "allerta gialla" ed è pronta a seguire gli ordini di Chavez.


http://www.wikio.it
Share |

0 commenti:

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP