venerdì 2 luglio 2010

Cosa diavolo stà succedendo?

Condividi

Rischio Calcolato ammette di avere difficoltà a leggere con chiarezza ciò che è accaduto ieri sui mercati finanziari, questo post mette in fila alcuni dati, quelli più rilevanti, dando poi delle possibili chiavi di lettura:

Update ore 11.00: Euribor 3m fissato a 0,790% da 0,782%

Update ore 12.42: I mercati azionari viaggiano poco sopra la parità con volumi bassissimi, l'oro recupera lentamente 15$ all'oncia e viaggia a 1212$. L'attesa è per i dati delle 14.30.

Update ore 14.06:  mercati in leggero rialzo (+0.5% Ftse mib) ma il Dollaro continua la sua caduta libera verso l'Euro e tutte le altre valute. In questo momento siamo a 1.2548 nel rapporto €/$.

Update ore 14.44: dati sulla disoccupazione in linea con le attese , borse europee in rialzo (+0.93% ftse Mib) dollaro crollato a 1.26 su euro (?). Oro e petrolio hanno ricominciato a scendere insieme con l'indebolisi del dollaro.

Update ore 15.01 : Lo Yeld sul Treasury Bond tocca un nuovo minimo a 2.92%, le borse nonostante i discreti dati macro non riescono a salire oltre uno 0.8%. (confesso che mi sto arrendendo.....)

a) I mercati azionari sono sui minimi di periodo ma le borse americane in questa fase sono più deboli di quelle europee che non hanno ancora bucato i minimi di maggio.
b) I tassi sui titoli di stato "safe heaven" sono quasi ai minimi di tutti i tempi.
c) I tassi sul mercato interbancario Euribor pur rimanendo a tassi risibili stanno accelerando verso l'alto ieri l'Euribor 3m è salito di 15 millesimi di punto, la maggiore variazione dell'anno (da 0,767 a 0,782) soprattutto si avvicina la soglia dell'1% posta dalla BCE per aiutare le banche in crisi di fiducia. (oggi fissato a 0,790%)
d) Il dollaro ieri ha messo in cantiere la peggiore performance di sempre sull'Euro e contemporaneamente il prezzo di oro e petrolio sono crollati.

Questo post è in continua evoluzione e verrà aggiornato anche dal dialogo con i lettori di Rischio Calcolato per stabilire una chiave di lettura corretta a ciò che sta avvenendo:


Rischio Calcolato: i dati c) e d) potrebbero essere la spia di un istituto bancario in difficoltà che ieri ha forzatamente chiuso enormi quantità di posizioni in derivati sul mercato  comprando euro/$ e vendendo petrolio e oro. La principale possibile indiziata è Soc. Gen.
Pluto: il movimento di €/$ di ieri è stata una mossa punitiva da parte dell'amministrazione Obama che (comprensibilmente) non gradisce le politiche di austerity europee.
Bimbo Alieno: (dal suo Blog): " Ma noi che eravamo liberi del peso dell’ottimismo aprioristico di cui al post precedente… beh… guardiamo e sorridiamo. I disastrosi dati sul mercato del lavoro e quelli immobiliari stanno trascinando il deleveraging. Perchè deleveraging e non semplice storno? La salita dell’euro contro tutte le monete testimonia che è in corso un vero rimpatrio di capitali, smontando posizioni, non sono solo vendite."

I commenti che contengono spiegazioni alla situazione dei mercati finanziari di ieri e oggi  verranno inclusi nel post stesso. commentate numerosi!!!


http://www.wikio.it
Share |

3 commenti:

Clarius 2 luglio 2010 10:28  

Complimenti a FunnyKing e Roberto 67 allora :)

Non mi ero accorto che siete in due:in effetti ho pensato "deve essere un genio se riesce a fare queli fotomontaggi così creativi E quegli articoli così rigorosi.

Anonimo,  2 luglio 2010 12:03  

mi piacerebbe sapere che cos'e' il deleveraging e la sua differenza da semplice storno e perche' usare questi termini solo da addetti e non parlare chiaramente in modo da essere compresi anche da chi ha una certa cultura ma non nel campo specifico finanziario?

FunnyKing 2 luglio 2010 12:22  

storno e deleveraging non sono sinonimi, lo storno è una situazione di mercato in cui dato un trend al rialzo si genera una situazione temporanea di ribasso.
Il deleverging è un fenomeno che spiega (o tenta di spiegare) un movimento fortemente ribassista (o rialzista a seconda dei punti di vista) e ha origine dal attuale struttura del mercato dei derivati.

Supponi di essere un Hedge Fund o una banca con un esposizione gigantesa in derivati. Per una qualche ragione devi improvvisamente chiudere perchè hai bisogno della liquidità del collaterale (lo scarto di garanzia) connesso al derivato. Questo è un cas classico di deleveraging. Un caso più grande è un delevereging di mercato connesso all'avversione al rischio. Il mercato chiude in massa contratti derivati perchè non sopporta più il rischio di un investimento a leva.
Purtroppo il moltiplicatore connesso al derivato può fare si che se una piccola parte del mercato chiude posizioni contemporaneamente nella stessa direzione si generi un effetto valanga sul prezzo del sottostante reale.

Insomma i primi a vendere lo fanno perchè hanno bisogno di liquidita poi vengono seguiti da coloro che si vedono azzerato lo scarto di garanzia connesso al derivato e cosi' via.

Io aspico che un giorno ci si renda conto che derivati che permetto investimenti con una leva superiore a 2 devono essere banditi dai mercati.

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP