giovedì 1 luglio 2010

Oro sula rampa di lancio: Purtroppo no.

Condividi

La seduta di oggi per il metallo prezioso è stata un disastro. Non c'è nulla da aggiungere in proposito. L'oro ha chiuso a 1197.4$ quindi ha perso 45.2$ per oncia (-3.64%) nella stessa seduta in cui il dollaro crollava sull'euro del 2.35%. L'effetto combinato per l'investitore Europeo in oro è del -5.99% in una sola seduta.

La domanda è se siamo di fronte ad un inversione di medio o di lungo periodo (sul fatto che questa sia un inversione di breve ci sono pochi dubbi.).
La linea maginot del prezzo dell'oro è posta a circa 1126$ dove  passa la media mobile a 200 sedute, una chiusura sotto quel livello segnala un inversione di medio-lungo periodo nel prezzo dell'oro. Fino a quel punto il ribasso può essere considerato uno storno tecnico.

Quella di oggi come si è detto è stata una seduta strana perché ha visto il crollo contemporaneo di Oro e Dollaro (crollo non ribasso), un evento a cui personalmente non avevo mai assistito. Potremmo essere quindi di fronte ad un gigantesco deleveraging dal dollaro confermato anche dal crollo del prezzo del petrolio. Se cosi fosse alla fine il prezzo dell'oro dovrebbe riprendersi prontamente per proseguire nella sua funzione di assicurazione contro i rischi valutari e soprattutto contro il rischio di svalutazione del dollaro.

Vorrei indicare un altro segnale sinistro per il dollaro e la finanza americana: in una seduta comunque negativa per le borse, alla fine i prezzi dei titoli di stato USA hanno timidamente ripreso a scendere e lo yeld sui t-bond a 10y è tornato a 2.95% dal minimo di 2.93%. Sarà fondamentale seguire anche questo indicatore specie in relazione alla sua controparte tedesca.

A parere di Rischio Calcolato il prossimo spread da monitorare ogni giorno non sarà Bund/BTP o Bund/Grecia ma lo Spread Bund/T-Bond, oggi si parte da 38bps!

Rischio Calcolato ha sbagliato la previsione sull'oro, non c'è molto da aggiungere in proposito.


http://www.wikio.it
Share |

4 commenti:

Anonimo,  1 luglio 2010 23:34  

Ma è vero che è stato superato il picco della produzione dell'oro? Se così fosse il prezzo non dovrebbe salire a lungo termine?

FunnyKing 1 luglio 2010 23:42  

Il picco della produzione dell'oro probabilmente è avvenuto nel 2003, il fatto che ad un incermento esponenziale nel prezzo dell'oro non sia seguito un nuovo picco lascia pensare che quello del 2003 sia davvero IL Picco.
La risposta comunque è si il prezzo dell'oro nel lungo termine salirà, ma è anche noto che nel lungo termine saremo tutti morti e molto prima avremo liquidato le nostre posizioni.
Scherzi a parte, ci sono moltissime ragioni per affermare che l'oro ha ancora spazio per salire di prezzo, la prima di tutte è la fame di oro dei paesi emergenti sia a livello di governo che di consumo privato. Per noi che viviamo sul mercato quella di oggi è una giornata che se confermata nelle prossime sedute è di indubbia inversione ribassista.

Pluto 2 luglio 2010 00:08  

Il crollo del dollaro sull' Euro non potrebbe essere un segnale/minaccia degli USA verso l'Europa per le politiche di austerity che non piacciono ad Obama?
Come dire... "voi non mi seguite e io vi distruggo la vostra industria e il vostro turismo!"
Di base siamo nei guai se continua il trend..

FunnyKing 2 luglio 2010 07:22  

Pluto, a meno che anche l'Europa non si metta a stampare Euro sul serio non c'è nulla che possa fare Obama la Merkel o Mazzinga per evitare che il dollaro si svaluti sull'Euro.

Ad ogni modo ho dato una seconda occhiata almovimento di ieri, è stato il più ampio della storia del cross Euro/$. Quindi può anche starci una teoria complosttista.Io tra le vari dietrologie tendo a pensare che dietro la massiccia salita dell'euro possa esserci un problema per una istituto bancario con un esposizione short su euro e su derivati molto forte.
Temo che possa essere Europeo.

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP