martedì 10 agosto 2010

Shangai -2.9%: l'import cinese cresce "solo" del 22,1% su base annua a luglio

Condividi

Notizia Reuters:
SHANGHAI .SSEC e HONG KONG .HSI sono entrambe in calo, appesantite dal dato sull'import cinese a luglio, peggiore delle attese. L'import cinese su base annua a luglio è salito solo del 22,1%, contro il 34% di giugno. "E' un segnale che gli investimenti stanno rallentando" ha osservato Eliza Liu, economista di CCB International Securities. Per quanto riguarda Shanghai, da registrare la perfomance particolarmente negativa dei produttori auriferi, dopo che il gruppo Zijin Mining 601899.SS: Quotazione) ha annunciato che la sospensione della produzione, su ordine governativo, in due miniere della provincia di Shandong, peserà sui suoi target annuali.....

La notizia è di rilievo perchè spiega quale sia in realtà l'altissimo livello di aspettative che sta sostenedo i listini in questa calda estate 2010. Basta un piccolo granello di polvere, una piccola crepa per assistere a discese come quella che ha avuto luogo a Shangai.

Questa sera si riunisce il FOMC (ovvero il comitato esecutivo dell FED), le aspettative sono per un fortissimo Quantitative Easing di qualche genere che tradotto in italiano significa che gli attuali corsi di mercato stanno scontando che la FED si metta a stampare qualche altro centinaio di miliardi di dollari da riversare su obbligazioni, mutui, azioni o chissà cosa altro ancora.

E se invece non accadesse? O se l'intervento della FED non fosse così smisurato come gli analisti (e le borse) si aspettano? Rischio Calcolato pensa che non valga la pena di esser investiti in azioni oggi, il rischio di un ribasso forte è più alto rispetto alla possibilità di un altra gamba di rialzo in queste condizioni.
Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

2 commenti:

Anonimo,  10 agosto 2010 14:32  

http://matteoolivieri.blogspot.com/2010/08/notte-di-san-lorenzo-il-mio-desiderio.html

analisi contrarian da parte di un esperto . A questo punto, direi che forse è meglio QE se non significa inflazione. Strano, credevo l'opposto, credevo che un qe americano avrebbe causato inflazione usa ed importazione di inflazione in europa e invece un rialzo dei tassi avrebbe causato stagnazione e maggiori difficoltà per il mercato del credito usa con ovvie conseguenze a livello mondiale. Come la vedi ?

ciao

T_S

FunnyKing 10 agosto 2010 15:46  

Un nuovo Q.E. nell'immediato non porta ad inflazione nella misura in cui la velocità di circlazione della moneta rimane bassa.
Contemporaneamente però l'aumentare di M1 in circolazone farebbe diventare terribilmente instabile anzi ancora più terribilmente instabile il sistema, basterebbe un piccolo aumento di circolazione della moneta per avere non inflazione ma iper-inflazione.
Io spero che non venga fatto alcun QE e sono di accordo con l'articolo proposto.
Meglio sarebbe alzare i tassi!

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP