martedì 28 settembre 2010

Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello, e non t'accorgi della trave che è nel tuo? (Lc 6,39-42) [riproposizione di un post del 22 Giugno 2010]

Condividi

Nota: questo è un post scritto da Rischio Calcolato il 22 Giugno 2010, il giorno del varo della finanziaria monster da 100mld di steline da parte del governo Cameron (Uk) come parte del pacchetto di finanziarie europee varate per riportare la fiducia dei mercati sull'eurozona, l'Euro scambiava 1.23 sul dollaro e le solite cornacchie raccontavano di una moneta unica in procinto di dissolversi.....
Lo riproponiamo integralmente.


La parabola della pagliuzza e la trave è perfetta per descrivere cosa accade in questi giorni fra Euro e Dollaro e come molte frasi sacre, è di estrema attualità.

Per Rischio Calcolato la notizia del giorno è la mega-finanziaria iperdeflattiva che ha appena varato il governo Cameron in Gran Bretagna, in estrema sintesi si tratta di arrivare a risparmiare 100 miliardi strutturali fra 5 anni, ovvero il governo di Sua Maestà si aspetta fra 5 anni minori spese e maggiori entrate sufficienti ad avere a disposizione 125 miliardi di euro più di oggi per ogni singolo anno a seguire. Esattamente 6 volte la manovra economica di Giulio Tremonti.

Fra Germania,Spagna,Grecia,Inghilterra,Italia,Belgio,Austria (etc) sono state già approvati tagli al bilancio e maggiori tasse per un totale di oltre 500 mld di euro all'anno!!! A completare il quadretto anche il nuovo governo Giapponese sale sul carro dei deflattori (per la verità non è mai sceso), il primo ministro Naoto Kan ha annunciato pochi giorni fa ( vedi: Anche il Giappone sceglie la Deflazione da Debito.)  la sua manovra Banzai!.

Grecia, Italia, Portogallo, Spagna, le banche europee sono la pagliuzza nell'occhio dell'Euro (e dell'unione europea), ogni giorno da settimane giornali, agenzie di rating, blog, forum, finti o veri guru della finanza sono li ad indicare la pagliuzza........ pochi hanno il coraggio o il semplice buonsenso di indicare o almeno di vedere la Trave.

Il debito pubblico degli Stati Uniti sta correndo senza freni verso e oltre la soglia del 100%, il senato americano discute di come spendere altri soldi per rianimare un'economia moribonda, le rotative del tesoro stampano dollari e T-bond falliti senza sosta. Obama, come un  pifferaio magico sta portando il sogno americano in uno sciacquone oleoso e marcio. Oggi Dream Theater di Intermarket and More ha scritto un post magistrale che descrive bene la situazione americana anche dal punto di vista psicologico, mi permetto di citarne un pezzettino (il resto andatelo a leggere merita davvero):
da Narcisismo Economico di Intermarket and More 
Come potete vedere nei prossimi anni (e già lo sapevamo) il rapporto debito pubblico/PIL non farà altro che lievitare, lievitare, fino a salire oltre il 100% tra qualche anno.
Ma ben più grave è il grafico di destra. Come potete vedere, gli interessi passivi sul debito pubblico arriveranno a pesare sul 30% delle entrate fiscali. Un vero sproposito!
Tagliare ulteriormente la spesa pubblica? Ci sono certi servizi in USA che sono veramente alla canna del gas…

Mi domando: ma come potrà lo stato americano finanziare lo sviluppo visto che il 30% delle entrate dovrà essere speso in interessi? Il sistema sarà nuovamente costretto a stampare dollari previa emissione di nuove obbligazioni? Ovvio che non può essere così. Spero che se ne rendano conti i signori governanti USA, perchè il danno avrebbe effetti geometrici e, un bel giorno, incontrollabili.
Ops, scusate, ma qual’è il problema?

Loro sono troppo furbi, troppo potenti, troppo grandi per fallire….

Rischio Calcolato prevede un rapporto far Euro e Dollaro vicino a 2 entro i  prossimi 18 mesi e ritiene più probabile la dissoluzione (per fallimento dei singoli stati americani) degli Usa rispetto alla dissoluzione dell'Unione Europea tanto di moda in questi giorni (ma la moda è ciò che passa come ci ricorda Coco Chanel).


http://www.wikio.it
Share |

0 commenti:

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP