mercoledì 17 novembre 2010

Dopo il crollo di ieri, in esclusiva, la visione di Michele Bernasconi..dove vanno i mercati?

Condividi

Nel video settimanale di analisi tecnica sullo S&P500, postato da Rischio Calcolato (link)  Michele Bernasconi  http://www.bernasconiconsult.com/ , aveva previsto 1175pti di S&P500 come primo obbiettivo del ribasso (1150 l'eventuale secondo obbiettivo). Ebbene l'obbiettivo è stato pienamente centrato! Visti i chiari di luna di questo mercato Rischio Calcolato ha chiesto a Michele Bernasconi se eccezionalmente fosse possibile postare la sua analisi giornaliera di oggi. Ricordiamo che queste analisi sono disponibili a pagamento sul sito Long Short Invest. Eccola qui in esclusiva (free) per Rischio Calcolato, non fateci l'abitudine..:


Commento del 17 novembre by Michele Bernasconi
Ieri le borse hanno accelerato al ribasso. La correzione si sta sviluppando coma atteso. A livello generale questa affermazione é corretta. Nei dettagli però ci sono notevoli differenze. Noi abbiamo venduto tutti gli indici quasi contemporaneamente. Abbiamo adesso guadagni su Eurostoxx50 e FTSE MIB in Europa e sugli indici americani. DAX e SMI invece si sono appena mossi dai massimi annuali. Il DAX sembra aver appena cominciato a correggere ed avere parecchio spazio verso il basso - l'S&P500 ha raggiunto ieri il primo possibile obiettivo (minimo a 1173 punti). A questo punto é difficile fare un discorso unico valido per tutti i mercati. Cerchiamo però di fare il punto alla situazione.

1. È probabile che la correzione non sia terminata. L'ambiente dovrebbe restare negativo fin verso fine mese.

2. L'S&P500 ha toccato a 1175 punti un'importante supporto. Da questo supporto dovrebbe ora svilupparsi un breve rimbalzo. Se si tratterà di una debole risalita di 1 a 2 giorni l'indice dovrebbe poi continuare a scendere verso il secondo obiettivo a 1150 punti. Gli indici europei si comporteranno di conseguenza.

3. A medio termine le prospettive non sono negative. Questo significa che i mercati azionari non sono entrati in una fase di forte e sostenibile ribasso. Dubitiamo però che ci sia abbastanza forza e motivazione per un successivo rialzo fino a fine anno. La correzione attuale dovrebbe fare abbastanza danni da smorzare le velleità dei rialzisti.

Ieri é stata una giornata negativa con tutte le borse in caduta. Gli indici azionari hanno chiuso sui minimi giornalieri con volumi di titoli trattati in aumento. Le performance sono oscillate da un -1.3% ad un -1.8% con una punta per l'Eurostoxx50 a -2.24%. Una serie di fattori si stanno sommando. La crisi irlandese, mercati emergenti (Cina) che scricchiolano ed un'evidente bisogno tecnico di correggere e consolidare i guadagni e gli eccessi di settembre ed ottobre.
A corto termine l'Eurostoxx50 (2780 punti), indice guida a livello europeo, si sta avvicinando ad un'importante area di supporto costituita dal minimo di lunedì a 2765 punti ed il nostro obiettivo a 2750 punti. Per i prossimi giorni la correzione dovrebbe fermarsi qui.

In America la borse é caduta pesantemente ed il calo ha colpito tutti i settori indistintamente. L'S&P500 é sceso a 1178.34 punti (-1.62%) con un minimo a 1173 punti. È stata una seduta molto negativa (advance/declines a 983 su 5083) con un netto aumento della volatilità VIX (22.58). La CBOE Equity put/call ratio é salita a 0.68 dopo che ieri era ancora a 0.56. Il numero di titoli con nuovi massimi e minimi a 30 giorni é stato di 153 su 977. Il messaggio é chiaro!
Il quadro che abbiamo davanti agli occhi é quello di mercati in piena correzione che stanno raggiungendo supporti a corto termine. Un breve rimbalzo tra oggi e domani é possibile ma il movimento non dovrebbe fermarsi qui.
A medio termine i mercati sono ancora solidi. Se guardiamo il Bullish Percent Index (indicatore che misura la percentale di titoli con una segnale d'acquito / trend rialzista sulle chart point&figure) troviamo dappertutto valori superiori al 50. Anzi, il range oscilla tra i 70 e gli 80 punti con debolezza relativa solo per Nasdaq (61.68) e Finanza (75.92). Le prospettive per il periodo susseguente a questa correzione sono moderatamente positive.

Sugli altri mercati finanziari prosegue la forza dell'USD ed il calo dei prezzi delle materie prime. Il cambio EUR/USD é a 1.3490. Il nostro obiettivo é finalmente raggiunto e chiudiamo la posizione del portafoglio (più per stanchezza che per convinzione). L'oro quota stamattina 1138 USD/oncia.
Stamattina le borse asiatiche sono generalmente in calo ma danno segni di stabilizzazione. Il Nikkei sale del +0.15%. Il future sull'S&P500 é a 1176.50 punti. Le borse europee iniziano le contrattazioni senza variazioni (Eurostoxx50 a 2780 punti). Con il dossier irlandese aperto si rischia una seduta volatile. Non sappiamo cosa potrebbe succedere fino a stasera ma utilizzeremo eccessi verso il basso (2750-2765 punti di Eurostoxx50) per chiudere posizioni speculative short.

Questo blog ed i suoi contenuti sono gratuiti.
La trasformazione di questi contenuti in idee di investimento necessita di un supporto professionale per la personalizzazione delle scelte di investimento.
Per questa ragione vi consigliamo di confrontarvi col vostro consulente finanziario di fiducia.

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

0 commenti:

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP