martedì 16 novembre 2010

I politicanti Irlandesi prima derubano i loro cittadini per salvare i banchieri poi danno la colpa alla Germania!

Condividi

Hanno veramente la faccia come un trifoglio questi [politici] Irlandesi!

Salvano le loro banche caricando i cittadini e imprese irlandesi con una botta di debito pubblico che non ha precedenti, neppure il Craxi più in forma si sarebbe mai sognato una roba di questo genere( 32% di debito/Pil in un anno).


Ci raccontano la palla secondo la quale non ci sarebbero problemi tanto... fino a febbraio 2011 (cioè fra un paio di secoli secondo il calendario druidico) l'Irlanda ha bisogno di finanziare il suo debito e quindi c'è tutto il tempo per mettere le cose a posto.

Poi difendono la loro mini imposta sulle imprese che, per inciso, spiazza la fiscalità di mezza Europa.Non ci sarebbe niente da eccepire se non che per difenderla chiedono i soldi della BCE e dll'Unione Europea per salvare quelle banche che lor signori (Irlandesi) non hanno più i soldi per salvare.

Ma bravi, ma bene! Giova ricordare che il ministro delle finanze e il Banchiere Centrale Irlandese solo venti giorni fa hanno escluso categoricamente che il debito senior delle loro banche fallite (e chiamiamo le cose col loro nome una buona volta) sarà coinvolto nel processo di ristrutturazione. Siccome i coinvolti, ovvero i cittadini Irlandesi, hanno esaurito soldi e ogni briciola di credibilità internazionale, i coinvolti ora dovranno essere tutti gli altri cittadini europei.

Quindi, cattiva, cattiva Germania, brutta brutta Europa.... ma andate a farvi un insalata di trifoglio!

p.s. la soluzione è fare pagare anche i creditori, ovvero il debito senior delle banche fallite e i detentori di bond governativi falliti come quelli Irlandesi e Greci. La cattiva ,cattiva Germania aveva suggerito un meccanismo condiviso e codificato anziché il caos che ci apprestiamo ad affrontare.
Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

5 commenti:

Anonimo,  16 novembre 2010 10:37  

La soluzione non sarebbe invece eliminare il problema alla radice eliminando le banche centrali ed il monopolio della moneta creata dal nulla, nonche la possibilità dei politici di indebitare la gente a cazzo di cane quanto gli pare senza che debbano rendere conto a nessuno?

Nessuno trova LIEVEMENTE assurdo che ci sia gente che può indebitarti per usare i soldi come gli gira e qualcun altro che può crearli dal niente e prestarteli per poi toglierti anche le mutande se non gli rendi...ciò che in primo luogo non ha mai posseduto?

La mandiamo un po' di gente in galera, che fra le soluzioni chissà perchè non si parla mai?

La smettiamo con le barzellette sull'Europa? Com'è possibile proporre l'Europa creata dalla BCE come soluzione alle porcate della BCE? Se non ci fosse stata l'Europa, QUESTA Europa perlomeno non ci sarebbe stata la BCE e NON CI SAREBBE STATO IL PROBLEMA: grazie, grazie Europa!

Hiei

FunnyKing 16 novembre 2010 10:49  

[eliminare] la possibilità dei politici di indebitare la gente a cazzo di cane quanto gli pare senza che debbano rendere conto a nessuno?

Io propongo un articolo costituzionale che imponga la maggioranza dei 3/4 in entrambi i rami del parlamentoper manovre economiche sopra il 3% del rapporto deficit/Pil
sarebbe già qualcosa.

Anonimo,  16 novembre 2010 11:32  

Quando il sistema è una truffa, non serve a molto imbiancare i sepolcri...è come dire che per abolire i privilegi dei politici inserire una norma per cui possono aumentarsi lo stipendio da soli solo con la maggioranza dei 3/4: quanto scommettiamo che salta fuori tutte le volte che serve?

Hiei

Fabio 16 novembre 2010 12:56  

La BCE è un mostro. Come si è potuto creare questo superpotere paralitico e dannoso, avente come obiettivo la "Stabilità" , non la crescita. Si sa che la stabilità è dei cimiteri. Inoltre governata da una sorta di oligopolio che non risponde a nessuno, se non al potere bancario. Fossimo in un'Europa più democratica, e con più palle, saremmo già scesi in piazza con i fucili.

Per quanto riguarda la legge costituzionale sul deficit : buona idea, anche se i soliti furbi proverebbero ad aggirarla. Io invece opterei per una soluzione già utilizzata nei liberi comuni : quando un Podestà cessava dal suo incarico, non veniva pagato subito, ma veniva "Processato" dall'assemblea dei cittadini e solo dopo 6 mesi , se assolto sul suo operato, veniva pagato.
Facciamo le proporzioni : un ministro sottosegretario etc, risponde del proprio operato con i propri beni personali, per 10 anni. Compensi e rimborsi saranno pagati ratealmente , con interessi, nel preiodo considerato....

Anonimo,  16 novembre 2010 13:02  

"Si sa che la stabilità è dei cimiteri."

E la crescita infinita dei tumori.

A parte questo, quoto più o meno tutto.

Hiei

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP