martedì 30 novembre 2010

La crisi del debito europeo : i possibili scenari!

Condividi

Gli stati periferici e tutto il sistema bancario europeo sono alle prese con una pesante crisi, vogliamo indicare in modo sintetico quali possono essere gli scenari che si prospettano in Europa a breve:


1) Business as Usual: nessun intervento della BCE per monetizzare il debito europeo (QE all'europea), aiuti a banche e stati decidendo caso per caso. Nessuna decisione per affrontare il problema del debito in modo complessivo.
Questo fino ad ora è stato il metodo dell'eurogruppo, è molto improbabile che possa continuare a causa della completa perdita di fiducia dei mercati in questo sistema (che pure aveva temporanemente funzionato con la Grecia)
2) Quantitative Easing Europeo (tradotto: stampare euro a manetta per finanziare banche e stati insolventi).Se è vero che la BCE NON ha il mandato di perseguire la piena occupazione è anche vero che l'eventuale QE europeo può essere giustificato sull'altare della stabilizzazione dei prezzi. Nei casi in cui vi sia una crisi di sistema la BCE può intervenire.
3) Estensione del programma EFSF a qualsiasi cifra necessaria attraverso l'emissione di EuroBond garantiti da tutti i paesi europei senza distinzione. EFSF può già emettere una sorta di proto-eurobond, si tratterebbe di fare diventare questa forma di finanziamento quella prevalente e renderla illimitata (sarà il mercato a deciderne il successo). Sarebbe a nostro avviso uno dei sistemi migliori e meno ingiusti. ( e aggiungiamo si costruirebbe un altro piccolo pezzo di Europa)
4) Default senza regole:i paesi (e le banche) che non ce la  fanno ad accettare regole di austerità troppo dure, o che lo ritengano conveniente, dichiarano il default fuori da un quadro europeo regolato. E' lo scenario peggiore e sancirebbe la fine dell'Europa così come la conosciamo.
5) Default regolato: i paesi (e le banche) ristrutturano il debito nel quadro di un sistema, europeo,conosciuto e condiviso dal mercato. Per Rischio Calcolato è una delle pre-condizioni necessarie per evitare lo sfaldamento dell'Europa e una gravissima crisi economica e sociale.
6) (solo per le banche) Ricapitalizzazione forzata sulla base di un impairment test reale su TUTTI gli asset in portafoglio. Solo le banche capaci di andare sul mercato dei capitali sopravviverebbero come enti privati. Le altre sarebbero TUTTE nazionalizzate o liquidate.

In un Europa perfetta (a partire da domani) a nostro umile avviso, un mix fra la soluzione 3) e 5) affronterebbe correttamente il problema.

Se avete altri possibili scenari... fatecelo sapere.
Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

0 commenti:

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP