mercoledì 10 novembre 2010

La view di mercato di Michele Bernasconi

Condividi

Ho conosciuto Michele Bernasconi alla fiera del trading on-line di Rimini circa 6 mesi fa, è una persona seria e preparata. E' un analista tecnico svizzero rigoroso e tremendamente disciplinato (la cosa più difficile per chi fa analisi tecnica). E' un onore per Rischio Calcolato ospitare di tanto in tanto le sue analisi di mercato che sono comunque disponibili (servizio a pagamento) sul sito http://www.bernasconiconsult.com/ .

Commento del 10 novembre
I mercati azionari sono ipercomperati, sopravvalutati e con investitori euforici, troppo fiduciosi e sbilanciati al rialzo. Queste condizioni sono riconosciute e malgrado ciò le borse continuano a salire senza reagire a dati economici negativi. Perché? Perché la tendenza é rialzista e fino a quando non c'é una prova del contrario i mercati proseguono lungo la via segnata.
Chi é long resta long seguendo con gli stop.
Chi é short é obbligato dalla pressione psicologica o dai margin call a coprire.
Chi é fuori dal mercato e sottoinvestito é potenzialmente compratore.
Questo significa che mancano i venditori.
È come il gioco dei 10 ragazzi che devono muoversi fino a quando suona la musica. Quando la musica smette tutti cercano di sedersi sulle 9 sedie a disposizione. Chi non trova un posto per sedersi perde. Gli investitori stanno tutti ballando e la musica dura da parecchio tempo. Tutti sanno che la fine é vicina ma le regole del gioco gli impediscono di sedersi.
Tra l'altro é già sparita una sedia e quindi ne restano solo 8 - il rischio di perdere aumenta.
Storielle a parte non sappiamo quando finirà la musica anche se é sicuro che il rialzo é troppo esteso. Appena ci sarà una seduta con una consistente perdita si scatenerà la valanga.
Se é oggi o solo settimana prossima non lo sappiamo. Sappiamo solo che questo momento é vicino. Sembra che i 1225 punti di S&P500 ed i 2900 punti di Eurostoxx50 sono un'importante barriera.
Tra le materie prime vediamo sulla chart molte accelerazioni iperboliche che si tramutano in rialzi dalla pendenza insostenibile. Questo denota speculazione sfrenata ed una fine del movimento é imminente. Attenzione però che questa accelerazione finale può essere micidiale facendo salire i prezzi di 5-10% in alcune giornate finali. I 1500 USD/oncia sull'oro sono in quest'ottica raggiungibili. Vediamo infine un problema sui tassi d'interessi americani. Il future sull'US Treasury Bond a 30 é sceso ieri sotto il supporto e minimo a tre mesi. Una rottura con conseguente rialzo dei tassi d'interesse a lungo termine costituisce un grave ostacolo per i teorici del QE ed é veleno per le borse.  
Riassumendo la nostra opinione di base é invariata. Questo rialzo si sta avvicinando alla fine ma questa dipende da aspetti psicologici e non tecnici. Anche se la tendenza fino a fine anno é positiva ora ci vuole una correzione. Questa é ancora più necessaria se il trend a medio termine é positivo e non si sta esaurendo.
Ieri i mercati azionari europei si sono rafforzati. Gli indici sono però generalmente andati a sbattere contro le resistenze (Eurostoxx50 a 2900 punti , SMI a 6600 punti e FTSE MIB a 21500-21700 punti) per chiudere sotto i massimi giornalieri. Abbiamo l'impressione che questo movimento sia stato innescato dai futures americani (Globex) che sono facilmente manovrabili e con pochi volumi. Più importante ai fini della valutazione tecnica é stata la seduta a New York. Gli indici sono partiti bene e l'S&P500 é nuovamente salito sulla resistenza a 1225 punti (massimo giornaliero a 1226.84) per poi cedere e cadere di 17 punti. La chiusura é stata a 1213.40 punti (-0.81%). Per il secondo giorno consecutivo l'S&P500 é sceso con alti volumi di titoli trattati. La seduta é stata negativa con advances/declines a 1524 su 4508. Notiamo il pessimo comportamento del Dow Transportation (-1.78%) che sembra vittima di una falsa rottura al rialzo. A livello settoriale il calo degli indici é stato sospinto da finanziari (-1.87%) con le banche (-1.96%) in prima linea. Con i tassi d'interesse al rialzo hanno ceduto anche i REIT'S (-3.92%). Il rapporto nuovi massimi e minimi a 30 giorni é stato di 1028 su 274. Considerando la buona apertura i 1028 NH sono pochi mentre i nuovi minimi sono in aumento. Per una volta anche la tecnologia ha perso terreno (Nasdaq100 -0.55%) anche se continua a sovraperformare. La volatilità VIX é salita a 19.08 (+0.79) e potrebbe nei giorni scorsi aver toccato un minimo significativo. Riassumendo abbiamo avuto la nostra attesa seduta negativa. Non sappiamo però se questa é parte di un ritracciamento fino ai 1200 punti di S&P500 o se siamo all'inizio della prevista correzione fino a fine mese. Restiamo ovviamente short.
Il cambio EUR/USD é stamattina a 1.3780 e si muove nella direzione prevista. I tassi d'interesse USA salgono e questo potrebbe costituire l'ostacolo sul quale inciamperanno le borse. Vedremo se il trend continua - le probabilità almeno per quel che riguarda il bond a 30 anni sono alte. I prezzi delle materie prime sono esplosi ieri fino in tarda serata quando abbiamo scritto la prima parte di questo articolo. Hanno poi subito un drammatico reversal che potrebbe costituire la fine del rialzo. La sapremo nei prossimi giorni se i massimi di ieri non verranno più superati.
Stamattina le borse asiatiche sono in calo. Un'eccezione é costituita dal Giappone (Nikkei +1.40%) che tira un sospiro di sollievo vedendo il rafforzamento del dollaro americano. Il future sull'S&P500 é a 1113 punti (+3 punti). Le borse europee inizieranno la seduta in calo (-0.3% / Eurostoxx50 a 2878) e probabilmente tenteranno stamattina un recupero. Determinante sarà nella nostra ottica serà solo il comportamento di Wall Street. L'esito é incerto.
Grazie Michele.
Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

2 commenti:

sakura 10 novembre 2010 22:47  

GRAZIE funnyKING ultimi post assolutamente ottimi. Domani immagino un MIB che sale, ma sono gli ultimi giri di valzer....

FunnyKing 11 novembre 2010 07:13  

grazie del complimento sakura. A volte è solo questione di ispirazione.

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP