lunedì 15 novembre 2010

Strani dati dall'America

Condividi

Oggi le vorticose statistiche che quasi ogni giorno misurano l'economia a stelle e strisce ci hanno fornito u quadro piuttosto confuso. Come fa notare IL Grande Bluff : Mentre (ufficialmente) ad ottobre....  con un bel post, abbiamo un rilevazione sui consumi Ottobre su Settembre in forte crescita +1,2% seppure influenzata in maniera decisiva dal solo settore auto (+5%) e una rilevazione di Novembre sull'indice che misura l'attività manifatturiera nel distretto di New York che è andato sotto 0 e di brutto!!! Parliamo di un -11 punti e rotti:

Roma, 15 nov - Nel mese di novembre crolla l'indice Federal Reserve di New York (NY Fed Empire State) che misura il livello di attivita' manifatturiera nell'omonimo distretto federale. Per la prima volta dal luglio 2009, l'indice e' sceso sottozero crollando a -11,14 da +15,73 del mese di ottobre. A novembre, ''la situazione economica e' peggiorata'', scrive la Federal Reserve di New York, in particolare ''l'indice dei nuovi ordinativi ha perso 37 punti scendendo a -24,4' (ASCA)'.
Che succede? Vorremmo solo aggiungere un grafic per fare capire dove siano in termini reali i consumi degli americani (tratto da Dshort, cliccare per ingrandire):
 Nel grafico, se si considera il trend dei consumi reali degli ultimi anni come principale fattore capace di tenere in piedi la sovra capacità produttiva a stelle e strisce, forse (ma molto forse,...) ci si può dare una spiegazione di quello che ci stanno dati così discrepanti. Resta il fatto che le statistiche economiche, soprattutto di questi tempi non sono esattamente il vangelo.
Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

2 commenti:

Anonimo,  16 novembre 2010 07:33  

il problema è il disavanzo commerciale. Tutto il consumo degli americani si scarica su prodotti importati, e con lui l'immissione di liquidità fatta dalla bce. Se vogliamo, poi, metterla con Keines, la preponderanza del disavanzo pubblico tende ad abbassare il moltiplicatore, che già era depresso dall'aver accorciato le filiere in nome dell'efficenza e dei bassi prezzi, ma a tutti vantaggio degli oligopoli.

Anonimo,  16 novembre 2010 07:35  

già, fa conto che in usa hanno talmente depresso la struttura industriale che devono importare il veleno per le esecuzioni capitali, dall'Italia, pare.

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP