martedì 23 novembre 2010

Una chance per i liberisti di FLI per passare dalle parole ai fatti

Condividi



 Rischio Calcolato con questo post comincia una collaborazione con il Think Tank Liberale NeoLib.eu



di Gionata Pacor
I deputati Della Vedova e Lo Presti hanno presentato un emendamento alla legge finanziaria attualmente in discussione, il n. 1.02, con cui si mirava ad introdurre il "quoziente familiare"
. Cosa vuol dire: per ogni familiare a carico si può dedurre 5.000 euro dal reddito imponibile. Questo implica una riduzione delle tasse sul reddito che viene stimata in 15 miliardi di euro. In media, ogni famiglia paghererbbe il 10% di imposta sui redditi in meno.
Chi propone una cosa simile è tenuto a dire quali spese si devono tagliare, visto che si propone di riscuotere meno tasse. Della Vedova e Lo Presti hanno proposto una riduzione della spesa per tutti i consumi intermedi dello Stato, pari a 15 miliardi di euro. Meno spesa, meno sprechi, meno Stato.
Una proposta condivisibile, che riduce i costi dello Stato e lascia in tasca più soldi alle famiglie, soprattutto a quelle più numerose. Purtroppo l'emendamento non ha superato il voto in commissione.

Un'altra proposta, cavallo di battaglia del Senatore Baldassarri, è stata presentata dagli stessi due deputati nella Commissione della Camera, con l'emendamento 1.03. Si tratta dei crediti d'imposta, ossia di una misura che elimina i trasferimenti a fondo perduto alle imprese dando in cambio "un credito di imposta, utilizzabile in dieci anni, per un ammontare corrispondente ai contributi che sarebbero stati erogati in conto capitale e fino a concorrenza di tali somme". Si tratta di 17 miliardi di spesa pubblica in meno, ossia meno sovvenzioni alle imprese, in cambio di meno tasse. Neanche questo emendamento ha superato il voto in commissione.

Questi due emendamenti vogliono dire una cosa: 32 miliardi di tasse in meno, 32 miliardi di spesa pubblica in meno. Meno soldi per le mani dei politici e dei burocrati, meno sprechi, più soldi che restano nelle tasche dei cittadini e delle imprese.
Le proposte di Della Vedova, Lo Presti e Baldassarri vanno in direzione diametralmente opposta a quella dell'attuale finanziaria, che prevede circa 6 miliardi di spesa pubblica in più, coperta con maggiori entrate e distogliendo delle risorse da qualche fondo di riserva presso la Presidenza del Consiglio. Insomma, gli emendamenti propongono misure un minimo incisive per la riduzione del peso dello Stato sulle nostre vite. La finanziaria nella sua forma attuale prevede invece un po' di spese qua e là per accontentare i politici, i burocrati e le clientele di turno.

Dopo aver presentato due proposte incisive e dopo essersele viste bocciare, FLI ora dovrebbe porre un ultimatum: o nelle fasi successive della discussione si reinseriscono quei due emendamenti, oppure voteranno contro la finanziaria. Sono queste le battaglie sulle quali porre gli aut-aut al governo! FLI dovrebbe andare allo scontro su questi emendamenti, arrivando se necessario a far cadere il Governo sull'economia, non sul gossip o sul giustizialismo. Solo così i Della Vedova ed i Baldassarri potranno sperare di convincere i liberali e i liberisti che FLI pensa ad un futuro di maggiore libertà dei contribuenti, oggi preda della voracità del Fisco.
Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

2 commenti:

Anonimo,  24 novembre 2010 09:07  

ma se fini l'altro giorno ha detto di aumentare le tasse sulle rendite finanziarie....

Anonimo,  24 novembre 2010 09:28  

Infatti sembra che non abbiano nessuna intenzione di darsi da fare per far approvare quei due emendamenti. Stanno solo lì per dire "noi facciamo proposte liberali", in pratica solo per fare il teatrino della politicam troppo importante per perdere tempo per fare le riforme!

Gionata Pacor

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP