lunedì 6 dicembre 2010

EuroBond? Yes we Can....(maybe)

Condividi


Come tempestivamente riportato questa mattina da questo blog un "portavoce" del governo tedesco ha dichiarato che la Germania è contraria alla proposta (Italiana, di Giulio Tremenoti..) di istituire lo strumento degli Eurobond per affrontare la crisi dei debiti sovrani europei.

Abbiamo aspettato qualche ora prima di commetare la "notizia" anche per avere il gusto di leggere pur legittimi commenti  che disegnao un Europa dove la Kattifa Kattifa Germania completa un bieco disegno di euro/conquista sulle povero greggie di agnelli "periferici" rei, ahimè di non avere i conti in ordine o banche al collasso per uno scherzo del destino.

Siamo sicuri che vada a finire così?
Intanto la vera notizia è che per la prima volta, a livello ufficiale, si discute di EuroBond. La proposta che vede l'Italia con Giulio Tremonti in prima linea (ma il governo non era in vacanza questa settimana?...) è sul tavolo dei ministri finanziari dell'unione e sarà una battaglia dura per tutti, Germania compresa.

Per capire il punto di vista tedesco immaginate un Europa a 3 con Italia e Grecia e Irlanda, voi garantireste per la spesa pubblica dei Greci? e per salvare le banche Irlandesi? Forse si, se si evitano guai peggiori come ad esempio il collasso delle nostre banche ma non si può pretendere che una decisione di questo genere venga presa alla leggera e senza contrattarne le condizioni.

Per la Germania l'emissione di eurobond, ovvero di obbligazioni garantite pro-quota da tutti i membri dell'unione significa accettare 2 conseguenze negative:
  • Pagare un tasso di interesse maggiore sui suoi titoli pubblici. [andrebbero in concorrenza con gli eurobond]
  • Garantire anche per la spesa pubblica fatta dagli uomini politici di altri paesi [ed è dura da mandare giù per un popolo che a partire dalle macerie del dopoguerra ha fatto, del rigore di bilancio pubblico e del controllo della moneta, la sua stella polare]
L'ovvia conseguenza positiva è che si attiverebbe un potentissimo e stabile strumento per risolvere (o meglio tamponare per un lungo periodo di tempo) le crisi dei debiti sovrani e delle abnche che minano sopratutto le fondamenta del settore bancario tedesco. Senza contare che un allentamento sui tassi dei titoli sovrani faciliterebbe il ritorno di un clima economico più sereno in tutta  l'Europa con ricadute positive per la Germania stessa.

La Merkel e il suo governo "sembra" stiamo optando per l'intransigenza, Rischio Calcolato pensa sia tattica.La Germania è ben consapevole delle conguenze devastanti di un eventuale inplosione dell'Euro, e quindi dell'immediato e incontrollabile haircut delle obbligazioni di tutti i paesi europei in sofferenza. Il punto semmai è vedere di trovare un accordo su quali condizioni i paesi in difficoltà possano accedere alle risorse raccolte con l'emissione di eurobond. E' ovvio che tali risorse non potrebbero mai essere erogate se non a fronte di specifiche garanzie in termini di riduzione dei deficit pubblici.

Un ultima notazione, se fosse per la Deutsche Bank, la Germania, sarebbe la prima firmataria sulla proposta del ministro Tremonti . Ma... a dispetto di interpretazioni un pochino superficiali, la Germania non è la Deutsche Bank, la realtà di un grande paese è (vivaddio) molto più complessa.
Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

2 commenti:

Anonimo,  6 dicembre 2010 21:13  

ehi funny sembra che Mercato Libero se la prenda con te:
http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2010/12/ad-alcuni-non-piacciono-le.html

"Pensate che qualche blog crede ancora alle favole teutoniche scrivendo:

Per la Germania l'emissione di eurobond, ovvero di obbligazioni garantite pro-quota da tutti i membri dell'unione significa accettare 2 conseguenze negative:
1)Pagare un tasso di interesse maggiore sui suoi titoli pubblici.
2)Garantire anche per la spesa pubblica fatta dagli uomini politici di altri paesi

ma si dimentica di dire che LA GERMANIA dovrebbe essere preoccupata per quell'ammasso di JUNK BONDS dei Piigs che ha in pancia....

QUELLO E' IL VERO PROBLEMA... "

Gab. Zena

FunnyKing 6 dicembre 2010 21:21  

ce ne siamo fatti una ragione.

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP