venerdì 10 dicembre 2010

Il governo irlandese, nonstante tutto, qualcosa di buono lo sta facendo.

Condividi

 Il governo irlandese se riuscirà a farsi approvare dal parlamento la "più severa manovra economica dalla seconda guerra mondiale" (definizione del premier irlandese)  riuscirà nell'intento di trasferire un enorme fetta di ricchezza dai suoi cittadini al suo sistema bancario. Ma in Irlanda si è materializzata un grossa crepa nel muro dell'azzardo morale. Alcuni (piccoli/medi) creditori delle banche stanno cominciando a pagare.

Come scritto ieri i creditorii Junior (LT2 per riferimenti vedi link) di Allied Irish  Bank, una delle due banche quasi-nazionalizzate d'Irlanda si sono visti costretti ad accettare un taglio dell'80% sul valore nominale dei loro bond subordinati. Si tratta di 750mil di € di obbligazioni, il taglio quindi è di 600 milioni di euro. Un piccola cifra paragonata ai circa 50 miliardi di euro che l'intero sistema bancario Irlandese sta drenando dai cittadini irlandesi ( e forse europei ). Ma resta un fatto:

Ci sono 600mil di euro che NON peseranno sulle spalle degli iralndesi ma solo su quelle persone che hanno male investito i loro capitali, affidandoli ad una banca che ha fallito.

A continuare su questa linea, ieri anche Bank of Irleand ha "proposto"  uno swap volontario sul suo debito subordinato. In questo caso si parla di 1,5mld di euro di obbligazioni subordinate scambiabili con altrettante obbligazioni "garantite dal governo" con un valore facciale di circa il 52% rispetto a quelle scambiate. (dal 46% al 57,5% a seconda del tipo di obbligazione scambiata link). E' molto probabile che l'operazione vada a buon fine anche per il trattamento subito dai possessori di debito subordinato Allied Irish  Bank. Applicando la matematica farebbero circa 750mld di euro di debito in meno che peserà sul sistema bancario irlandese e (purtroppo) in ultima istanza sui cittadini del paese. In totale fanno 1.35 mld di euro a carico dei soli bondholder e non già della collettività.

Il principio che è passato, anche se solo per una piccola parte dei creditori delle banche, è che "disconoscere il debito" è possibile anzi è necessario. Il passo fra il taglio del debito subordinato e quello del debito senior non è poi cosi' lungo specie se (quando) le condizioni economiche dovessero ulteriormente peggiorare.Se poi la legge di bilancio iralndese non dovesse passare, quel passo sarebbe automatico.

Ecco, questo e solo questo è il "qualcosa di buono" nell'ignobile vicenda irlandese, e tanto per non essere troppo ben abituati è notizia di oggi che proprio gli amministratori (e le briciole per i dipendenti..) della semi nazionalizzata Allied Irish  Bank si spartiranno circa 40 milioni di euro in bonus (link). Meglio non imparare troppo da "questi" irlandesi.

Il mercato ha già fiutato il problema e anche oggi i debiti subordinati di tutte le banche europee sono in caduta libera, ecco postato l'andmaneto del Bond MPS 5,6% sub. LT2 2020 (già visto ieri):
 Ancora un netto calo.
Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

0 commenti:

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP