mercoledì 1 dicembre 2010

Ma che fine ha fatto lo stress-test?

Condividi

di:  Matteo Oliveri
Cosenza (Italy), 1 Dicembre 2010

Non c'è nè ansia nè preoccupazione nel cittadino medio europeo, ma forse solo una grande confusione mista ad un senso di rabbia: tutte quelle dichiarazioni rassicuranti, tutti quei sorrisi e le strette di mano si stanno rivelando completamente inadeguate rispetto ai fatti.
La scorsa estate lo stress-test promosso dalla Unione Europea per testare la stabilità dei bilanci bancari europei aveva promosso tutte le 91 banche europee tranne sette, ed aveva concluso che il fabbisogno bancario complessivo si aggirava sui 3,5 miliardi di Euro (vedi FAZ 'Die Stresstests bestehen ihren Stresstest nicht').
Ora, a distanza di soli pochi mesi, i ministri delle finanze europee hanno accordato alla sola Irlanda un prestito da 85 miliardi di Euro, mentre la stabilità dell'intero sistema bancario e finanziario europeo viene messa a dura prova.
Ecco la situazione dei credit default swaps di alcune banche portoghesi ad oggi (Fonte FAZ):
Portugalkrise: Finanzwerte halten die Märkte zurück
Altrettanto interessante è la seguente tabella (Fonte FAZ), che mostra la composizione dei crediti concessi dalle principali economie del mondo a Spagna, Irlanda, Portogallo e Grecia. Curioso osservare che benchè l'Italia sia la meno esposta dal punto di vista dei crediti, essa è entrata da qualche giorno nell'occhio del ciclone dei mercati finanziari; al contrario, la Francia (il paese più esposto nonchè quello che ha i conti pubblici tra i meno virtuosi dell'Area Euro) continua a fare la prima-donna sulla scena politica ed economica europea.
Portugalkrise: Finanzwerte halten die Märkte zurück


Per quanto riguarda l'Italia, ecco alcuni dati, riportati nell'articolo del Wall street Journal 'Debt Infection Continues to Spread', che restituiscono una situazione 'improvvisamente' diventata critica (!) per l'Italia: 'But on Tuesday, Italy's cost of borrowing for 10 years jumped to 4.73%, a gap of 2.05 percentage points over the rate paid by Germany, the euro zone's strongest economy. That's up from 1.50 percentage points a week ago. (...). In another reflection of the expanding concern, the cost of insuring government bonds of Portugal, Belgium, France, Spain and Italy, hit record highs on Tuesday, according to data provider Markit. It now costs $271,000 a year to insure $10 million of Italian government bonds for five years, a jump of $26,000 from a day earlier'.

Sovereign Credit-Default Swaps paesi PIIGS, 11:27am (+1 GMT) (Fonte CNBC)

PORTUGAL 5-YR 544.9 5.90 +1.09%
ITALY 5-YR 267.22 1.30 +8.66%
IRELAND 5-YR 605.2 1.50 +0.25%
GREECE 5-YR 954.8 -10.90 -1.13%
SPAIN 5-YR 363.0 12.00 +3.42%

Matteo Olivieri
Le informazioni qui contenute non (!) costituiscono sollecitazioni ad investire.
Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!


http://www.wikio.it
Share |

0 commenti:

Basta poco per sostenere Rischio Calcolato, sottoscrivi il feed oppure investi 2 minuti del tuo tempo cliccando su questo link... Grazie!

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP